Pubblicato sul sito della Regione Sardegna, nella sezione Sardegna Agricoltura, il Bando per il Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 relativo all’intervento 16.9.1: “Diversificazione delle attività agricole” – Disposizioni per la presentazione e il finanziamento delle domande di sostegno e pagamento.

Il presente Bando intende favorire la diversificazione produttiva sostenendo progetti di rete tra aziende agricole – riguardanti l’assistenza sanitaria, l’agricoltura sociale e l’educazione ambientale e alimentare – e altri soggetti pubblici e del terzo settore.

La dotazione finanziaria è pari a euro 1.050.000.

Sarà erogato un contributo in conto capitale sulle spese sostenute, sotto forma di sovvenzione/importo globale, entro il massimale del 100% della spesa ammissibile. L’importo massimo del finanziamento è fissato in 100.000 euro.

I beneficiari sono le aggregazioni composte da minimo 3 soggetti, di cui almeno un’impresa agricola e altri soggetti quali Enti Pubblici, Istituzioni Scolastiche, Università, Soggetti del terzo settore quali cooperative, associazioni onlus e del volontariato, associazioni di promozione culturale, associazioni di promozione sociale, fondazioni, organizzazioni non governative ed altre associazioni senza scopo di lucro.

L’aggregazione dovrà essere costituita in una delle forme previste dalla normativa in vigore. Alla richiesta di sovvenzione dovrà, pertanto, essere allegato l’atto costitutivo dell’aggregazione.

Ogni partenariato può presentare un solo progetto e ogni soggetto partner non può partecipare ad altre aggregazioni che si candidano a ricevere finanziamenti dal presente bando.

Sono ammessi al finanziamento le attività di progettazione, coordinamento, attuazione e gestione del progetto e relative a servizi e pratiche di agricoltura sociale, educazione ambientale ed alimentare. Nello specifico le spese devono riguardare:

  • personale

  • consulenza

  • partecipazione e organizzazione di convegni, seminari e altre forme di incontro

  • redazione di materiali multimediali

  • noleggio di arredi e attrezzature (inclusi hardware e software)

  • spese generali relative all’attuazione del progetto

Sono invece escluse dal finanziamento le spese riguardanti l’ordinaria attività di produzione o di servizio, nonché spese di investimento o realizzazione di interventi strutturali.

Il PSR Sardegna individua la diversificazione come dinamica-chiave per lo sviluppo economico-sostenibile, la crescita occupazionale e il miglioramento della qualità della vita delle aree rurali, favorendo,inoltre, progetti di inserimento, recupero, assistenza e inclusione di soggetti svantaggiati.

Le attività devono essere localizzate nei Comuni della Sardegna (non interessati dalle strategie di sviluppo locale LEADER e/o nei territori LEADER- si rimanda all’allegato 7 del presente bando).

Per quanto concerne le selezioni, sono criteri di priorità nell’assegnazione del punteggio:

  • congruenza del partenariato rispetto agli obiettivi del progetto

  • presenza di imprese agricole multifunzionali

  • localizzazione delle aziende agricole

  • progetti specifici che riguardano soggetti in condizione di svantaggio sociale

  • cofinanziamento da parte di soggetti privati

  • modalità di divulgazione dei risultati

Le domande possono essere presentate a partire dal 1 marzo 2018 e fino al 20 aprile 2018. La selezione delle domande e la concessione del sostegno avverranno sulla base di una procedura valutativa con procedimento “a graduatoria” in cui le domande di sostegno sono valutate in applicazione dei criteri di selezione sopracitati.

Consulta i documenti:

Share This