L’Assessorato del Lavoro ha pubblicato l’avviso relativo all’erogazione di contributi per il potenziamento economico delle cooperative e dei loro consorzi per l’annualità 2018. Tali contributi e sovvenzioni sono basati su programmi di investimento presentanti dalle cooperative richiedenti. 

Secondo quanto previsto dalla Regione per l’attuazione di promozione e sostegno del sistema cooperativistico regionale mediante la Legge Regionale 27 febbraio 1957, n.5 che è destinata a finanziare lo sviluppo ed il potenziamento dell’attività cooperativistica in Sardegna.

I beneficiari legittimati a richiedere il contributo sono le società cooperative e relativi consorzi, aventi sede legale e operativa in Sardegna, iscritte all’Albo delle società cooperative alle categorie:

  • cooperative di produzione lavoro;
  • cooperative sociali;
  • cooperative di consumo;
  • consorzi cooperativi – nel seguente caso tutte le società consorziate devono avere sede legale e operativa in Sardegna.

Alla data di presentazione della domanda, le cooperative e i consorzi devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • iscrizione al registro delle imprese – le cooperative iscritte da più di un anno dovranno risultare attive;
  • iscrizione all’Albo delle società cooperative, sezione mutualità prevalente;
  • essere in regola con l’approvazione e il deposito del bilancio (salvo per le cooperativa costituite a partire dal 1 gennaio 2017);
  • essere in regola contributo dovuto al Fondo mutualistico;
  • rientrare nell’ambito dell’applicazione del Regolamento n. 1407/2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti «de minimis»;
  • essere in regola con le disposizioni normative vigenti in materia di revisione cooperativa – il requisito può essere comprovato anche dalla dichiarazione sostitutiva inviata in data antecedente la presentazione della domanda;
  • non trovarsi in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà (non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata, concordato preventivo);
  • trovarsi in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa del lavoro, prevenzione infortuni e salvaguardia dell’ambiente;
  • avere legali rappresentanti, amministratori e soci per i quali non sussistano cause di divieto, decadenza, e sospensione previste dall’art. 10 l. 575/1965 ( c.d. disposizioni contro la mafia)
  • avere il proprio organo amministrativo conforme alla nuova formulazione dell’art. 2542 del Codice Civile, come modificato dalla legge 205/2017 – quindi costituito da un Consiglio di Amministrazione e non da un amministratore unico;
  • essere in regola con il versamento del contributo biennale di revisione ai sensi del D. Lgs. 220 del 2 agosto 2002 nei termini fissati dal DM 3.03.2017;
  • non aver beneficiato, in entrambe le precedenti annualità 2016 e 2017, del contributo in oggetto.

L’aiuto concesso consiste in un contributo in conto capitale a fondo perduto, nella misura del 50% delle spese ammissibili al netto dell’IVA, come indicate dalla Cooperativa nella propria domanda di partecipazione e verrà erogato secondo la procedura “a sportello” ossia in ordine di arrivo delle relative domande.

Non saranno finanziabili piani di investimento di importo ammesso inferiore a € 10.000,00 e non sarà finanziabile la parte di spesa eccedente i € 45.000,00.

Sono finanziabili le spese affrontate nell’arco temporale compreso tra il 1 gennaio 2016 e il 30 maggio 2018.

L’intervento finanziario di cui al presente Avviso è concesso in regime de minimis.

Il Programma di investimenti, per essere giudicato ammissibile, deve essere finalizzato al raggiungimento di specifici obiettivi di innovazione e miglioramento competitivo.

Le spese ammissibili debbono riferirsi all’acquisto e alla realizzazione di immobilizzazioni come definite dagli articoli 2423 e seguenti del codice civile, nella misura necessaria alle finalità del programma oggetto della richiesta di agevolazioni.

Non è ammesso il cofinanziamento dello stesso bene o servizio con più finanziamenti pubblici.

Le domande di partecipazione con i relativi allegati dovranno essere trasmesse a partire dalle ore 10 del 4 giugno 2018 e fino alle ore 24 del 18 giugno 2018, secondo l’apposito formato previsto dagli allegati, munito di marca da bollo (da euro 16) unitamente al documento di identità del legale rappresentante, e dovranno essere scannerizzate ed inviate esclusivamente via PEC a: lavoro@pec.regione.sardegna.it

Scarica la Determina e l’Avviso ed i seguenti allegati:

Share This