ll Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione ha reso noto l’Avviso pubblico per la presentazione di progetti finanziati a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020.

Con il presente Avviso si intende sostenere la formazione linguistica dei cittadini di paesi terzi regolarmente soggiornanti, nella consapevolezza che la conoscenza della lingua rappresenta uno strumento fondamentale per favorire l’inserimento sociale e l’esercizio dei diritti e doveri dei migranti, ai fini della promozione della civile convivenza nella società ospitante.

Gli ambiti progettuali sono i seguenti:

  • percorsi di formazione linguistica destinati a cittadini di Paesi terzi del tutto privi di formazione scolastica;
  • percorsi di formazione linguistica, anche individualizzati, per persone con difficoltà di apprendimento;
  • corsi di formazione linguistica professionalizzanti aventi ad oggetto il vocabolario tecnico e utilizzabile nel contesto lavorativo;
  • percorsi di rafforzamento delle competenze linguistiche e di sostegno all’accesso ai servizi scolastici e formativi;
  • percorsi di formazione linguistica attuati attraverso la realizzazione di corsi di
  • prossimità, attraverso modalità innovative; corsi modulari, corsi che prevedano la frequenza in orari serali, extra-scolastici e/o nei giorni festivi.

Destinatari delle proposte progettuali devono essere i cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale appartenenti a target vulnerabili quali, ad es.: analfabeti, analfabeti nella lingua d’origine, donne, donne in stato di gravidanza, minori a rischio di esclusione, MSNA, etc.

Le risorse finanziarie disponibili ammontano a euro 4.000.000,00.

Possono presentare le proposte progettuali in qualità di Capofila o di partner:

  • gli Enti locali, loro unioni e consorzi, e loro singole articolazioni purchè dotate di autonomia organizzativa e finanziaria (es. i municipi);
  • Istituti e scuole pubbliche di istruzione primaria e secondaria, compresi CPIA e Uffici scolastici regionali e provinciali;
  • Università e Dipartimenti;
  • Organismi e Organizzazioni internazionali 
  • Enti pubblici
  • ONG operanti nello specifico settore indicato nel presente Avviso
  • Associazioni od Onlus
  • Società Cooperative e Società Consortili
  • Organismi di diritto privato senza fini di lucro e imprese sociali 
  • Istituti di Ricerca;
  • Fondazioni di diritto privato 
  • A.S.L., Aziende Ospedaliere ovvero singole articolazioni purché dotate di autonomia finanziaria;
  • Camere di commercio;
  • Associazioni sindacali, datoriali, organismi di loro emanazione/derivazione, Sindacati.

Inoltre:

  1. se il soggetto proponente (Capofila e/o Partner) è un Ente privato, deve svolgere attività senza scopo di lucro;
  2. se il soggetto proponente (Capofila e/o Partner) è organizzato in forma di società cooperativa, ex art. 2511 c.c., o come società consortile ex art. 2615 ter c.c., deve avere finalità mutualistiche.

Per partecipare è necessario presentare i progetti esclusivamente utilizzando il sistema informativo FAMI a partire dalle ore 12:00 del 19 luglio 2018 ed, entro e non oltre, le ore 12:00 del 4 ottobre 2018.

Per approfondire clicca QUI 

Share This