Confagricoltura, in collaborazione con la ONLUS Senior – L’Età della Saggezza, hanno pubblicato il bando “Coltiviamo Agricoltura Sociale” finalizzato a promuovere e valorizzare le iniziative di aziende agricole e cooperative sociali che intendono realizzare progetti di Agricoltura Sociale. Particolare attenzione è riservata a progettazioni indirizzate alla solidarietà tra le generazioni, all’assistenza sociale e socio-sanitaria dei gruppi sociali svantaggiati, alla tutela dei diritti civili e all’inclusione sociale di chi vive nelle zone rurali. Il progetto è condiviso e finanziato da Intesa Sanpaolo.

Il bando prevede un premio in denaro di 40.000 mila euro e una borsa di studio per partecipare al Master Universitario di I livello in Agricoltura Sociale della Scuola IaD – Università di Roma Tor Vergata per l’anno accademico 2017/2018. La borsa di studio può essere utilizzata dal vincitore del Concorso o ceduta ad una persona impegnata nell’attuazione dello stesso progetto.

Chi può partecipare:

  • imprenditori agricoli, in forma singola o associata;
  • cooperative sociali di cui all’articolo 2, comma 1, della legge 18 agosto 2015, n. 141, che esercitano attività agricola e che svolgono o hanno svolto attività di Agricoltura Sociale;
  • forme di associazione fra i soggetti di cui ai punti precedenti e:
    > le cooperative sociali non agricole di cui alla legge 8 novembre 1991, n.381;
    > le imprese sociali di cui alla legge 6 giugno 2016, n.106;
    > le associazioni di promozione sociale iscritte nel registro nazionale previsto dalla legge 7 dicembre 2000, n. 383;
    > i soggetti di cui all’articolo 1, comma 5, della legge 8 novembre 2000, n.328.

Le forme di associazione devono prevedere tassativamente come capofila uno dei soggetti di cui ai precedenti punti 1 e 2.

I progetti dovranno fare riferimento come potenziali beneficiari ad una o al massimo due delle seguenti categorie:

  • minori e giovani in condizione di disagio sociale;
  • anziani;
  • disabili;
  • immigrati che godano dello stato di rifugiato o richiedenti asilo

Aree di interesse:

  • potenziamento e sviluppo di servizi socio educativi e/o socio assistenziali già esistenti;
  • costruzione e sviluppo di reti e partenariati tra i diversi attori territoriali

Gli ambiti d’intervento ai quali le proposte dovranno fare riferimento sono i seguenti:

  • inserimento socio-lavorativo di persone con disabilità o svantaggiate e di minori in età lavorativa inseriti in progetti di riabilitazione e sostegno sociale;
  • prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali per sviluppare le abilità e le capacità delle persone per favorire inclusione sociale e lavorativa, ricreazione e i servizi utili per la vita quotidiana;
  • prestazioni e servizi a supporto delle terapie mediche, psicologiche e riabilitative per il miglioramento delle condizioni di salute e le funzioni sociali, emotive e cognitive
  • educazione ambientale e alimentare, la salvaguardia della biodiversità, la conoscenza del territorio mediante le fattorie sociali e didattiche per l’accoglienza e il soggiorno di bambini in età prescolare e di persone in difficoltà sociale, fisica e psichica.

Per presentare la domanda è necessario inserire il proprio progetto nel format Allegato A “Modulo presentazione proposte” ed inviarlo all’indirizzo coltiviamoagricolturasociale@confagricoltura.it entro le ore 24:00 del 15 ottobre 2017, entro lo stesso termine inviare copia cartacea del format, corredato dei documenti richiesti, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo Confagricoltura Aspaglio – Corso Vittorio Emanuele II, 101 00186 ROMA.

Per saperne di più visita la pagina dedicata e scarica la modulistica di seguito:

 

Share This