I cambiamenti sociali e di conseguenza quelli delle risorse umane, la crescente diversificazione dei clienti e dei mercati, le nuove modalità di lavoro all’interno delle aziende e tra queste, rendono sempre più strategica una corretta valorizzazione delle diversità culturali.

Adottare la prospettiva del Diversity Management significa riconoscere queste diversità e gestirle attivamente, attraverso politiche di inclusione che presuppongono un concetto ampio di cultura. Questo tipo di approccio promuove il benessere organizzativo, valorizza le diversità nei contesti lavorativi e contrasta le situazioni discriminatorie, in funzione di un miglioramento delle condizioni di lavoro.

Tale approccio ha come obiettivo il superamento delle politiche delle pari opportunità nei luoghi di lavoro, che spesso si limitano a proteggere ma non a integrare le minoranze, e l’adozione di politiche di welfare aziendale.

Sono queste le finalità dell’Avviso pubblicato dall’Assessorato del Lavoroper la concessione di aiuti alle imprese per la realizzazione di misure per la promozione del Diversity Management” attraverso l’adozione di politiche del personale mirate, di politiche di riorganizzazione del lavoro, di adattamento all’ambiente e ai processi lavorativi, con ricadute positive sulla produttività complessiva.

Nell’ambito della programmazione del POR FSE 2014-2020, la Regione Sardegna ha in particolare previsto l’attivazione dell’azione 9.2.4, dedicata al “sostegno alle imprese per progetti integrati per l’assunzione, l’adattamento degli ambienti di lavoro, la valorizzazione delle diversità nei luoghi di lavoro”.

Sono stati stanziati 1,2 milioni di euro a favore di progetti che adottino questa strategia organizzativa.

Il contributo forfettario, configurato tra gli aiuti “de minimis”, è modulato in base alla dimensione dell’azienda e alla proposta progettuale e va da un minimo di 4.500 euro ad un massimo di 30.000 euro.

Possono partecipare:

  • piccole e medie imprese, profit e no profit, anche in forma associata;
  • aventi sede in Sardegna;

I destinatari dei progetti dovranno essere:

  • lavoratrici e lavoratori svantaggiati
  • persone disabili
  • cittadini di paesi Terzi
  • richiedenti asilo e rifugiati
  • vittime di violenza

Le aziende dovranno registrarsi al SIL Sardegna come “soggetto impresa” all’interno dell’area dedicata del portale. Le domande, corredate del Progetto e del Preventivo Economico, potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 02/05/2018 al 31/05/2018, esclusivamente attraverso i servizi online dedicati.

Consulta la modulistica:

Avviso [file.pdf]
Determinazione n. 50188/5648 del 29/12/2017 – approvazione avviso [file.pdf]
Linee guida [file.pdf]
Allegati [file.zip]

Share This