E’ online il Bando Fermenti, iniziativa promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e gestita dal Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale.

Se vuoi avere la possibilità di ottenere un sostegno finanziario e tecnico per trasformare la tua idea in un progetto, costruendo e realizzando da protagonista iniziative di imprenditorialità giovanile di natura sociale e coesiva che migliorino le condizioni di vita dei giovani e della collettività, partecipa a questo bando.

FERMENTI mette a disposizione dei giovani un finanziamento complessivo di 16 milioni di euro.

Il Programma si inserisce nell’ambito della Strategia dell’Unione Europea per i giovani ispirata a tre principi “collegare, mobilitare e responsabilizzare”, prevedendo azioni che possano concorrere alla realizzazione degli EU Youth Goals; richiama inoltre lo schema di Conclusioni del Consiglio della UE su “Increasing the Adaptability of Young People to the Future of Work”.

L’iniziativa è volta a favorire e sostenere idee, progetti ed iniziative capaci di attivare i giovani rispetto alle sfide sociali del Paese, tra queste mira a:

  • favorire e sostenere idee, progetti e iniziative capaci di attivare i giovani rispetto alle sfide sociali individuate come prioritarie per le comunità;
  • promuovere l’uguaglianza per tutti i generi;
  • promuovere la creazione di nuove opportunità di partecipazione inclusiva alla vita economica, sociale e democratica per i giovani;
  • agevolare lo sviluppo di progettualità a vocazione sociale.

 

I progetti dovranno rispondere alle sfide sociali prioritarie così esplicitate:

Uguaglianza per tutti i generi

Inclusione e partecipazione

Formazione e cultura

Spazi, ambiente e territorio

Autonomia, welfare, benessere e salute

 

Possono partecipare

a) Gruppi informali – ovvero gruppi composti da almeno tre, e fino a un massimo di cinque, soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, in possesso dei necessari requisiti.

b) Associazioni Temporanee di Scopo (ATS) – tra soggetti qualificati come enti del Terzo settore, costituite da un massimo di 3 enti (incluso il Capofila), i cui organi direttivi siano costituiti per la maggioranza da giovani tra i 18 e i 35 anni, in possesso dei necessari requisiti.

 

Modalità di presentazione della domanda

– La domanda potrà essere presentata esclusivamente inviando la documentazione via PEC all’indirizzo giovanieserviziocivile@pec.governo.it

– L’Oggetto della PEC dovrà essere indicato nel seguente modo: “BF2019 – DENOMINAZIONE DEL SOGGETTO PROPONENTE – Gruppo informale” o “BF2019 – DENOMINAZIONE CAPOFILA ATS – Soggetto Capofila ATS”;

– Tutti i documenti allegati alla PEC dovranno essere in formato PDF

– Tutti i documenti allegati dovranno essere firmati digitalmente da tutti i componenti del gruppo informale, o dal Soggetto Capofila dell’ATS e, quando previsto, dai singoli associati;

– La dimensione massima consentita del messaggio PEC, comprensivo degli allegati, non può superare i 30 Mbyte.

Per la documentazione da allegare alla Domanda si rimanda a quanto esplicitato nel Bando ai punti 3.1 e 3.2 .

Termini per la presentazione delle domande

Le PEC, corredate da tutti gli allegati previsti dovranno pervenire all’indirizzo giovanieserviziocivile@pec.governo.it entro e non oltre le ore 14.00 del 3 giugno 2019.

Una Commissione valuterà tutte le domande di finanziamento inviate e predisporrà la graduatoria definitiva, approvata dal Capo del Dipartimento e pubblicata, con valore di notifica, su questo sito e sul sito www.politichegiovanilieserviziocvile.gov.it. Le domande utilmente collocate nella graduatoria definitiva saranno finanziate fino ad esaurimento della dotazione finanziaria.

 

Per maggiori informazioni contattaci o visita il sito dedicato.

Share This