La Regione Sardegna ha approvato il bando Competitività per le MPMI, denominato T1(Programmazione unitaria 2014-2020 Strategia 2 “Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese” Programma di intervento 3 “Competitività delle imprese”, tipologia di intervento T1).

Beneficiari

Possono presentare la domanda le Micro, Piccole o Medie imprese (MPMI), operanti da almeno 2 anni che intendano realizzare un piano per lo sviluppo aziendale sul territorio regionale orientato a sostenere:

  • il riposizionamento competitivo
  • la capacità di adattamento al mercato

Sono ammessi i piani relativi a tutti i settori produttivi, con esclusione di quelli riconducibili alle seguenti sezioni o divisioni individuate sulla base della classificazione economica ATECO 2007:

  • A agricoltura, silvicoltura e pesca
  • B estrazione di minerali da cave e miniere (limitatamente a 05 estrazione di carbone)
  • D fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
  • H trasporto e magazzinaggio (limitatamente a 49 trasporto terrestre e trasporto mediante condotte; 50 trasporto marittimo e per vie d’acqua; 51 trasporto aereo; 53.1 attività postali con obbligo di servizio universale)
  • K attività finanziarie e assicurative
  • L attività immobiliari
  • O amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria
  • P istruzione
  • Q sanità e assistenza sociale
  • R attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (limitatamente a 92 attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco)
  • S altre attività di servizi (limitatamente a 94 attività di organizzazioni associative)
  • T attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze
  • U organizzazioni ed organismi extraterritoriali

Iniziative ammissibili e risorse disponibili

 Oggetto dell’intervento è un Piano di sviluppo d’impresa finalizzato al riposizionamento competitivo e adattamento al mercato attraverso l’introduzione di soluzioni innovative sotto il profilo organizzativo, produttivo o commerciale.

Il  piano  può  comprendere  Investimenti  produttivi  (IP),  Servizi  (S)  e  Partecipazione  a  fiere  (FM), Formazione (F) e Capitale circolante (CC); non è ammissibile un piano senza Investimenti produttivi (IP). Il piano si riferisce ad una sola unità produttiva.

La composizione delle voci del piano non può superare i massimali di seguito indicati:

  • Investimenti produttivi (IP) – fino al 100 % sul totale del valore del piano)
  • Servizi (S) e Partecipazione a fiere (FM) – max. 30 % sul totale del valore del piano
  • Formazione (F)  e Capitale circolante (CC) – max. 20 % sul totale del valore del piano

Il valore del piano oggetto di aiuto è compreso tra 15.000 e 150.000 euro, al netto di IVA. Per la realizzazione del Piano sono previsti:

  • una sovvenzione a fondo  perduto  (contributo)  in  base  alla dimensione dell’impresa beneficiaria e dei Regolamenti comunitari applicati, calcolato sul valore dei costi ammissibili. Per gli aiuti a finalità regionale la misura dell’aiuto è quella vigente alla data di presentazione della domanda. Il contributo è destinato prioritariamente all’abbattimento della quota capitale del finanziamento pubblico erogato dal Fondo Competitività;
  • un finanziamento pubblico a condizioni di mercato e/o finanziamenti a condizioni privilegiate nelle seguenti modalità:
  • finanziamento pubblico diretto, a condizioni di mercato, fino al 50% del valore del piano sviluppo di impresa con il Fondo Competitività;
  • condizioni privilegiate sui finanziamenti concessi dalle banche alle PMI a valere sui Plafond di Cassa depositi e prestiti S.p.A. per le finalità di cui all’articolo 3, comma 4-bis, del D.L. 5/2009 (concessione di finanziamenti, rilascio di garanzie)

Gli aiuti sotto forma di regime, sono concessi ai sensi degli articoli 14, 17, 18, 19 e 31 del Reg. (UE) n. 651/2014 ed ai sensi del Reg. (UE) n. 1407/2013.

Le risorse finanziarie ammontano complessivamente ad euro 10.000.000.

Procedure e termini

La domanda  deve  essere  presentata a partire dalle ore 12,00 del 04/11/2016, utilizzando  esclusivamente l’apposito sistema informatico (IDM) e la modulistica disponibile, dal 20.10.2016 della Regione Autonoma della Sardegna ai seguenti indirizzi: www.regionesardegna.it, www.sardegnaimpresa.eu, www.sardegnaprogrammazione.it.

La procedura di valutazione delle domande presentate è di tipo valutativo a sportello, nei limiti della dotazione finanziaria.

Link per scaricare bando e modulistica

Share This