Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia, durante l’incontro pubblico “Le nuove opportunità per i giovani” svoltosi a Castel dell’Ovo e promosso dal Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, ha presentato le ultime misure prese dal Governo a favore dei giovani meridionali relative agli incentivi Resto al Sud e Banca delle Terre.

Resto al Sud è l’incentivo a favore di giovani meridionali che possono intraprendere e non soltanto sognare di creare una piccola e media impresa.

Sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali con una dotazione finanziaria complessiva di 1.250 milioni di euro.

Cosa si può fare:

  • sono ammesse attività di beni e servizi (relative ai settori dell’artigianato, dell’industria, della pesca, dell’acquacoltura, e le attività rivolte alla fornitura di servizi, compresi quelli turistici)

  • sono escluse attività libero professionali e quelle commerciali

A chi si rivolge:

  • giovani tra i 18 e i 35 anni residenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia;

  • i beneficiari non devono possedere rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso un altro soggetto;

  • possono presentare richiesta società, cooperative, ditte individuali e persone fisiche che intendono costituirsi in società.

Le spese ammissibili devono riguardare:

  • spese per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili

  • l’acquisto di impianti, macchinari e attrezzature per programmi informatici

  • le principali voci di spesa utili all’avvio dell’attività.

Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili in tal misura:

  • un contributo a fondo perduto del 35% dell’investimento complessivo

  • un finanziamento bancario del 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI (attraverso un prestito a tasso zero da restituire in 8 anni).

Incentivo massimo concedibile 50 mila euro per ciascun richiedente.

Nel caso in cui l’istanza sia presentata da più soggetti già costituiti o che intendano costituirsi in forma societaria, ivi incluse le cooperative, l’importo massimo erogabile è pari a 50 mila euro per ciascun socio.

Le domande possono essere presentate a partire dal 15 gennaio 2018 esclusivamente online, accedendo alla piattaforma informatica di Invitalia nella sezione Resto al Sud.

Le domande saranno valutate in ordine cronologico di arrivo.

Share This