Revisione

Servizio di revisione cooperativa obbligatoria.

Alle cooperative che operano secondo mutualità e senza fini di speculazione privata l’art. 45 della Costituzione riconosce una “funzione sociale“. Perciò la Costituzione stessa ne promuove e favorisce la diffusione, prevedendo però gli opportuni controlli per assicurarne carattere e finalità mutualistiche.

E’ attualmente operante una specifica forma di controllo, disciplinato dal D.Lgs. 2 agosto 2002, n. 220, che affida al Ministero delle Attività produttive (ora Ministero dello Sviluppo economico) l’espletamento della vigilanza cooperativa, finalizzata all’accertamento dei requisiti mutualistici.

Alla Confcooperative, in quanto associazione riconosciuta del movimento cooperativo, il Ministero dello Sviluppo economico delega l’esercizio della revisione per le Cooperative associate.

La revisione alle associate viene effettuata esclusivamente a mezzo di revisori incaricati da Confcooperative. Rimangono di competenza ministeriale le revisioni alle cooperative non aderenti ad alcuna Associazione Cooperativistica e le ispezioni straordinarie, effettuate a mezzo di funzionari o incaricati dallo stesso Ministero.

La revisione cooperativa si prefigge i seguenti obiettivi

1

Fornire agli organi di direzione e di amministrazione degli enti suggerimenti e consigli per migliorare la gestione ed il livello di democrazia interna, al fine di promuovere la reale partecipazione dei soci alla vita sociale

r

Accertare, anche attraverso una verifica della gestione amministrativo-contabile, la natura mutualistica dell’ente, verificando l’effettività della base sociale, la partecipazione dei soci alla vita sociale ed allo scambio mutualistico con l’ente, la qualità di tale partecipazione, l’assenza di scopi di lucro dell’ente, nei limiti previsti dalla legislazione vigente, e la legittimazione dell’ente a beneficiare delle agevolazioni fiscali, previdenziali e di altra natura

Accertare la consistenza dello stato patrimoniale, attraverso l’acquisizione del bilancio d’esercizio, delle relazioni del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale, nonché, ove prevista, della certificazione di bilancio

Verificare l’eventuale esistenza del regolamento interno adottato dall’ente cooperativo ai sensi dell’articolo 6 della legge n. 142 del 2001, e accertare la correttezza e la conformità dei rapporti instaurati con i soci lavoratori con quanto previsto nel regolamento stesso

La revisione deve essere effettuata almeno una volta ogni due anni per la maggior parte degli enti cooperativi e tutti gli anni per le cooperative di cui alla legge n. 381 del 1991 (cooperative sociali), nonché per le altre categorie indicate specificamente dalla legge 59 del 1992 (cooperative edilizie di abitazione iscritte all’Albo Nazionale di settore, cooperative soggette a certificazione di bilancio, cooperative che detengono partecipazioni di controllo in Srl o che superano determinati limiti dimensionali).

Le associazioni di rappresentanza e tutela del movimento cooperativo giuridicamente riconosciute, che esercitano la vigilanza sulle proprie aderenti, verificata la corretta iscrizione nell’Albo Nazionale degli enti cooperativi, istituito con decreto ministeriale del 23 Giugno 2004, ed esaminate le risultanze del verbale di revisione, rilasciano, qualora ne sussistano le condizioni, l’Attestazione di Revisione, documento che sancisce il diritto della cooperativa a beneficiare delle previste agevolazioni.

In presenza di irregolarità sanabili, il rilascio dell’attestato viene sospeso fino a quando l’ente non abbia ottemperato alle prescrizioni del revisore, indicate nella diffida che egli stesso deve irrogare.

Al Ministero compete l’adozione dei provvedimenti sanzionatori previsti dalle norme (cancellazione Albo Nazionale delle Società Cooperative, gestione commissariale, scioglimento per atto d’autorità, sostituzione dei liquidatori, liquidazione coatta amministrativa) e proposti dal revisore e/o dall’Associazione.

Il Servizio Revisione è gestito dall’Unione Regionale, che dispone di un organico adeguato ed utilizza strumenti informatici supportati da un pacchetto applicativo che riunisce il programma per la redazione del verbale e quello per la gestione del servizio stesso. Un sistema all’avanguardia che, attraverso l’intranet organizzativo nazionale, ha consentito la realizzazione di un’unica Banca Dati Nazionale, nel rispetto delle esigenze di sicurezza ed integrità dei dati trattati.


Servizio Revisione della Confcooperative Sardegna

Alessandra Costa

Alessandra Costa

Coordinatrice

P.zza Salento, 5 – 09127 CAGLIARI
Tel. 070.402278
Fax 070.485074
E-mail revisione.sardegna@confcooperative.it


Revisori Unione Provinciale Sassari Olbia

Enrico Campus

Enrico Campus

Revisore

Share This