E’ stata pubblicata il 4 dicembre 2017 sul sito della Regione Autonoma della Sardegna la graduatoria di ammissione dei progetti candidati al Bando Tutti a Iscol@ Linea B1 – Anno Scolastico 2017/2018, finalizzato alla presentazione di attività didattiche sotto forma di laboratori extracurriculari per combattere la dispersione scolastica, promuovere l’inclusione e migliorare competenze e attitudini degli studenti.

Obiettivi

  • Promuovere un insegnamento innovativo che rafforzi i processi di apprendimento e sviluppi le attitudini individuali

  • Ampliamento dell’offerta formativa

  • Apertura delle istituzioni scolastiche verso il sistema territoriale formativo e produttivo

Ambiti tematici

  • Educazione civica (lotta al bullismo, rispetto della legalità, valori costituzionali)

  • Lingue (ampliamento delle lingue straniere)

  • Arte (musica, cinema, fotografia, teatro, danza, storia dell’arte, approfondimenti letterari e poesia, arti visive quali pittura e scultura, lettura e scrittura creativa)

  • Manualità creativa (artigianato, riciclaggio, sartoria, enogastronomia, falegnameria e meccanica)

  • Beni comuni ( cura dell’ambiente, verde pubblico, come orti urbani, giardini, mare e scuole )

  • Management

  • Identità territoriale e promozione turistica

 

Confcooperative Sassari Olbia, in partnership con l’UEPE – Ufficio di esecuzione penale esterna, la Cooperativa Differenze, la Cooperativa Bfree e il Consorzio Andalas de Amistade, è stata ammessa al bando con il Progetto “Legal-mente Consapevole”.

Il progetto è rivolo a 20 studenti frequentanti la Scuola Secondaria di Secondo grado.

Gli ambiti di riferimento sono: educazione civica, lotta al bullismo, educazione al rispetto, alla legalità, alla tolleranza, alla non discriminazione e ai valori istituzionali.

Descrizione del progetto

Da dove nascono la violenza e il disagio? In cosa consiste la prevenzione oggi? Quali sono le conseguenze? Queste le domande alla base del laboratorio proposto nel progetto, col fine di affrontare insieme ai giovani le problematiche e le paure che influenzano il loro agire sociale. Le tematiche trattate saranno focalizzate sui fenomeni della violenza e delle dipendenze da stupefacenti e alcol. In relazione al tema della violenza si affronteranno le diverse sfaccettature in cui la violenza si manifesta: violenza di genere fisica e psicologica, stalking, bullismo e cyber-bullismo. In relazione al tema delle dipendenze si partirà da un’analisi sulle motivazioni alla base dell’agire consapevole e non curante delle conseguenze. Ciò che vuol fare il laboratorio è, infatti, avviare un percorso di autodeterminazione e responsabilizzazione partendo da una fase formativa e informativa, durante la quale saranno coinvolti anche genitori e insegnanti. La seconda fase intende generare nei ragazzi un approccio critico: durante questa i ragazzi avranno la possibilità di “confrontarsi”,guidati da tutor ed educatori, con persone prese in carico dall’UEPE e che hanno avviato un percorso di recupero e di rieducazione. Il laboratorio vuole creare momenti di confronto per agevolare nei giovani una riflessione sulla legalità e stimolare una coscienza civica. Attraverso un confronto con esperti dell’UEPE ed esponenti di associazioni e cooperative impegnati sui temi della legalità e portatori di esperienze concrete. Alla fine del laboratorio è prevista la realizzazione di una serie di video-interviste che verranno raccolte in un documentario, elaborate e realizzate dai giovani e rivolte alle presone prese in carico dall’UEPE.

 

Per ulteriori approfondimenti clicca QUI

Share This