Pubblicato dall’Assessorato della Pubblica Istruzione della Regione Sardegna l’Avviso pubblico per la presentazione delle candidature.

Al fine di contrastare la dispersione scolastica e migliorare le competenze trasversali e l’inclusione scolastica degli studenti, la Regione Autonoma della Sardegna ha deciso di mettere a sistema la metodologia di formazione laboratoriale, già sperimentata nelle precedenti annualità relativa al progetto “Tutti a Iscol@” Linea B1 – Scuole aperte – laboratori didattici tradizionali extracurriculari.

Sarà dunque promosso l’ampliamento dell’offerta formativa extracurriculare centrata sulla metodologia della didattica laboratoriale.

La didattica laboratoriale avvia un percorso didattico, che non soltanto trasmette conoscenza, ma che è ritenuta aprire nuovi orizzonti cognitivi con lo scopo di far acquisire agli studenti conoscenze, metodologie, competenze ed abilità didatticamente misurabili. Scopo dell’intervento è la costruzione di capitale sociale mediante l’assunzione di responsabilità rispetto agli obiettivi educativi scolastici, di cittadinanza, legalità, solidarietà, tolleranza, rispetto dell’ambiente e dei beni comuni, creatività.

L’intervento è finalizzato alla costituzione di un Catalogo dei Laboratori Didattici, formato a seguito della presentazione e valutazione di proposte progettuali relative alla realizzazione di laboratori didattici.

I laboratori didattici avranno ad oggetto i seguenti ambiti tematici:

 Area di educazione civica

Lotta al bullismo, rispetto, legalità, tolleranza, non discriminazione e valori costituzionali;

  • Area linguistica – ampliamento delle competenze linguistiche straniere;
  • Area artistica, arte e creatività – musica, cinema, teatro e danza, storia dell’arte, approfondimenti letterari e poesia, arti visive, pittura, scultura, lettura e scrittura creativa;
  • Area manualità creativa – artigianato tipico e non, uso materiali riciclo, sartoria, enogastronomia, laboratori tecnici di falegnameria e meccanica;
  • Area beni comuni – cura del paesaggio, ambiente, verde pubblico (orti urbani, giardinaggi), mare, scuole uso di materiali ecologici e bioarchitettura;
  • Area educazione alla salute e sicurezza – attività ludico sportiva, prevenzione sanitaria, educazione alimentare, educazione stradale, propedeutica allo sport;
  • Area ciclo di vita di un prodotto, management, realizzazione di piccole officine tradizionali relazionate ai poli produttivi territoriali – conoscenze dei processi produttivi e di management anche legati al territorio;
  • Area identità territoriale, paesaggio, promozione turistica – leggere il paesaggio attraverso i 5 sensi: vista, tatto, udito, olfatto e gusto.

Anche per gli anni scolastici 2018/2019 e 2019/2020 sono previsti laboratori di 30 ore per un minimo di 15 studenti.

Il catalogo vincola gli operatori per una durata di due anni (a.s. 2018/19 e a.s. 2019/20).

Possono partecipare all’avviso:

  • Enti Pubblici,
  • Associazioni,
  • Imprese, in forma singola o in forma associata

che siano in grado di progettare e realizzare attività coerenti con l’’oggetto del presente Avviso.

Sarà valutato positivamente l’impiego di tecnologie ICT per la condivisione di prodotti digitali nonché uso di strumenti (hardware e software) per la produzione ed editing di contenuti multimediali (audio, video, etc).

L’operatore, in forma singola o associata, può presentare domanda per un solo progetto di laboratorio replicabile per un massimo di quattro edizioni per ogni anno scolastico. ( Per i dettagli di ciascun laboratorio si rinvia all’Allegato C al presente Avviso.

Le proposte progettuali devono essere inoltrate unicamente via telematica attraverso il sistema online “Tutti a Iscol@ – Scuole aperte linea B1- laboratori Didattici anno scolastico 2018/2019 e 2019/2020. Entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 7 settembre 2018.

Per approfondire clicca QUI 

Share This