Il CROASConsiglio Regionale Ordine Assistenti Sociali della Sardegna, aderisce anche per il 2017 alla Giornata Mondiale del Servizio Sociale, promossa dall’International Federation of Social Workers, dall’International Association of Schools of Social Work e dall’International Council on Social Welfare.

Sono previsti una serie di eventi in tutto il territorio nazionale finalizzati a favorire la conoscenza del lavoro svolto dagli assistenti sociali per tutelare i diritti sociali e promuovere il benessere delle comunità.

Il tema proposto per il 2017 è “Promuovere la comunità e la sostenibilità ambientale”. In Sardegna sono previsti tre appuntamenti sul territorio regionale.

  • Cagliari, 21 marzo –  presso Seminario Arcivescovile, via Monsignor Giuseppe Cogoni n° 9 (8:30/14:30)
  • Nuoro, 24 marzo –  presso la Sala Convegni Camera di Commercio, via Papandrea n° 8 (9:00/17:30)
  • Sassari, 24 marzo –  presso Istituto Devilla, via Monte Grappa, n° 2 (8:30/14:30)

Il CROAS Sardegna ha organizzato l’evento calando la tematica della sostenibilità ambientale sulla situazione attuale relativa all’accoglienza, al “fare spazio” e all’inclusione di ogni persona vulnerabile. La scelta di questa prospettiva è legata all’emergenza migratoria e al lavoro svolto dalla comunità professionale degli Assistenti Sociali.

Il CROAS, attraverso l’adesione alla Giornata Mondiale del Servizio Sociale 2017, intende far convergere in un unico spazio di riflessione tutti i protagonisti del settore dell’accoglienza: le istituzioni coinvolte nella gestione del fenomeno migratorio, i professionisti ed i protagonisti del welfare regionale e locale, le forze attive delle comunità in prima linea nelle azioni solidali e di accoglienza, oltreché gli stessi migranti.

Durante la giornata si affronteranno le criticità della fase emergenziale, i limiti del lavoro sinergico tra istituzioni e comunità, la carenza di assistenti sociali e di altri operatori.

La scelta di organizzare la manifestazione a Nuoro, Sassari e Cagliari è finalizzata a far emergere le specificità dei diversi territori e a sollecitare e sostenere le comunità locali, oltreché a diffondere la cultura dell’accoglienza e provocare creatività e azioni professionali innovative.

Per approfondire scarica la scheda del CROAS relativa all’ evento.

Share This